Un farmaco per Nosy Komba

NOSY KOMBA | CON L'ECOTURISMO PUOI AIUTARE CONCRETAMENTE CHI HA BISOGNO

Oceania.international – no profit per l’ecoturismo nel mondo, ha avviato 3 progetti a Nosy Komba, per sostenere le popolazioni locali, grazie all’ecoturismo e al turismo sostenibile. Con la tua vacanza a Nosy Komba, ovvero in uno dei luoghi più belli, autentici e incontaminati di tutta l’Africa, dai un aiuto concreto ai villaggi di questa piccola isola accarezzata dalle acque del canale di Mozambico. Come? Innanzitutto, grazie alla tua vacanza, dai lavoro alla popolazione locale, infatti i lodge con cui l’associazione ha stipulato convenzioni, impiegano esclusivamente persone che vivono sull’isola, assicurando anche coperture previdenziali e sanitarie (aspetto molto importante, quest’ultimo). Le risorse economiche generate, dunque, dall’ecoturismo sono destinate alla gente del posto. Il primo progetto lanciato da oceania è UN FARMACO IN VALIGIA e coinvolge, oltre all’associazione, anche ciascuno di voi e il Lodge Cocault Komba con cui è stata stipulata una convenzione. L’operazione è molto semplice: si tratta di portare con voi, quando partirete per Nosy Komba, una scatola di farmaci appartenenti ad una delle seguenti categorie a vostra scelta: antibiotici a largo spettro, antiinfiammatori, antistaminici, bende e garze sterili, collirio antibiotico e antistaminico, gocce otologiche antibiotiche e antiinfiammatorie, disinfettanti (polvere o liquidi). Una sola confezione (che costa pochi euro in farmacia, o anche più confezioni se volete), nuova, integra, da consegnare a Naik Cocault, del Cocault Komba, che insieme a voi (se lo gradite) la porterà e la consegnerà al piccolo Dispensario medico-sanitario del villaggio di Nosy Komba (che si trova a 10 minuti a piedi dal Lodge – guarda il video), dove le due infermiere presenti la utilizzeranno per curare le persone del villaggio. Farmaci che in Africa possono salvare una vita. Abbiamo infatti stipulato questo accordo con il Lodge per far sì che la vacanza di ciascuno si trasformi anche in un atto di preziosa solidarietà (al costo di una semplice scatola di antibiotici). Ovviamente, se porterete voi i farmaci, dovrete anche firmare il “libro d’oro” dei sostenitori del dispensario medico!