Contrariamente a ciò che viene descritto nei cataloghi di viaggio, Nosy Be (Madagascar) non è il paradiso naturale che era alcuni anni fa: è un’isola grande e ormai è molto affollata e con una notevole quantità di strutture ricettive. Per questa ragione, la nostra associazione che promuove l’ecoturismo e il turismo ecosostenibile, è andata alla ricerca del volto autentico e nascosto del Madagascar, e siamo approdati su quello che potremmo considerare uno degli ultimi paradisi della Terra: Nosy Komba.

La piccola isola di Nosy Komba si trova a circa mezz’ora di barca da Nosy Be. Volo dall’Italia (Malpensa o Roma) e arrivo a Nosy Be. Disbrigo delle pratiche doganali e di frontiera nell’aeroporto di Nosy Be e dopo un breve tragitto in auto, salirai su una barca veloce che in mezzora circa di porterà qui, a Nosy Komba.

Perchè Nosy Komba è uno degli ultimi paradisi del pianeta? Perché non ci sono strade, solo sentieri nella foresta. Perché la frutta la cogli direttamente dagli alberi, su cui cresce rigogliosa e spontanea, a disposizione di tutti. Perché questo è il volto autentico dell’Africa: i bambini, soprattutto quelli più piccoli, ti chiamano vasà quando ti vedono, ovvero uomo bianco, e si spaventano perché abbiamo la pelle chiara. Un’Africa che non è affatto povera, qui gli abitanti hanno le risorse di un’intera foresta a disposizione, hanno un mare pescosissimo, hanno tutto quello che serve per vivere in semplicità ma in modo sano e vigoroso. Qui la tv è un privilegio di pochi. L’isola è popolata da una manciata di villaggi di pescatori, che con le loro piroghe solcano come mille anni fa le placide acque del canale di Mozambico.

Abbiamo scelto due eco-lodge bellissimi: il Cocault Lodge e il Clarite Lodge. Camere in legno, realizzate in un elegante stile africano, finemente arredate. La cucina è squisita e raffinata, con prodotti sani e genuini, a km zero, dunque provenienti dall’isola o dal mare. I proprietari sono francesi e impiegano solo personale locale, dei villaggi dell’isola, assicurando loro oltre ad un congruo stipendio anche previdenza sanitaria e contributi. Valorizzano dunque in modo rigoroso le risorse l0cali. Ecco perché li abbiamo scelti. E con l’ecoturismo (e dunque grazie a chi va in vacanza) abbiamo avviato 3 progetti di promozione sociale: il primo è “Un farmaco in valigia” ovvero la fornitura di farmaci al dispensario medico dell’isola (qui un semplice antibiotico può salvare una vita), il secondo è l’attività di sostegno ai pittori di Nosy Komba (finanziamo la fornitura di tele, colori e pennelli per questi giovani artisti che vivono nella foresta e dipingono capolavori, per poi venderli nelle spiagge affollate di turisti a Nosy Be), infine sosteniamo l’iscrizione dei bambini dei villaggi a scuola (è il nostro impegno contro l’analfabetismo: di scuole a Nosky Komba ce ne sono poche e i bambini devono attraversare lunghi tratti di foresta per imparare a leggere e scrivere). Con la tua vacanza sosterrai concretamente queste inziative.

Ma parliamo di vacanze: qui sotto troverai 2 link, ognuno di essi ti rimanda a 2 soluzioni differenti di vacanza. La prima è al Cocault Komba, la seconda al Clarite Komba. Clicca e ti ritroverai su 2 siti web ciascuno dei quali ti darà tutte le info, consentendoti di scegliere accuratamente ciò che preferisci. La vacanza al Cocault è relax, ottima cucina, escursioni nella foresta e nei villaggi di Nosy Komba, la vacanza al Clarite è mare, una piroga a tua disposizione tutti i giorni per visitare le isole deserte dell’arcipelago.

Una settimana al Cocault Komba costa 680 euro + il volo e sono inclusi soggiorno con colazione e cena (una cucina raffinata, sopraffina, con prodotti genuini), acqua ai pasti, trasferimenti da e per l’aerporto, 2 giornate in barca sulla piroga – la tipica imbarcazione locale (potete visitare le isole dell’arcipelago, fare snorkelling, farvi portare sulle isole deserte e sui sandbanks, un’escursione e visita al mercato di Nosy Be – esperienza incredibile per capire meglio l’Africa, la sua gente, il corso di cucina africana con Naik Cocault per imparare un’arte antica, escursioni nei villaggi di pescatori, wifi.

Una settimana al Clarite Komba costa 590 euro + il volo e sono inclusi soggiorno di 1 settimana in mezza pensione (colazione e cena – prodotti naturali km zero, cucina a base di pesce, frutta, verdura, filetto di zebu, 3 portate), i trasferimenti da e per l’aeroporto, piroga a disposizone tutti i giorni e per tutto il giorno, ovvero una splendida e tipica imbarcazione in legno con equipaggio con escursioni in mare incluse (qualsiasi rotta e destinazione a tuo piacimento: isole deserte, sandbanks, tour delle isole, snorkelling ecc), wifi.

Clicca sulle immagini e vai sui siti web per avere tutte le info (e gaurda i video).

COCAULT LODGE

CLARITE LODGE


DUE PAROLE SUI LODGE DI NOSY KOMBA

Nosy Komba è una piccola isola al largo di Nosy Be, qui abbiamo trovato l’Africa autentica, non contaminata dalla presenza occidentale. Un’isola dove non ci sono strade, ma solo una manciata di villaggi di pescatori, frutta che cresce spontaneamente nella foresta, un mare stupendo. Il luogo ideale per chi cerca una natura incontaminata, ovvero il volto autentico dell’Africa, non quello turistico.

Le ragioni per cui abbiamo scelto questi eco-lodge:
1. il Cocault è completamente ecologico: corrente elettrica fornita esclusivamente dai pannelli solari, acqua prelevata dalla montagna di Nosy Komba (622 metri), cucina a km zero in quanto i prodotti arrivano dall’orto del lodge e dal mare; al Clarite invece disponi quotidianamente di una splendida piroga in legno, con equipaggio, per andare dove vuoi;
2. i proprietari di entrambi i lodge hanno riunito attorno a loro un team di persone dei villaggi di pescatori e sono straordinariamente gentili e incredibilmente ospitali;
3. i proprietari del Cocault e lo staff locale sono fanatici della pulizia: la prima cosa che vi fanno visitare è la cucina (e basta questo per rendersi conto), dunque qui si può mangiare tranquillamente (e avidamente data la qualità del cibo), senza alcun rischio di “complicazioni” sanitarie;
4. al Cocault i prodotti della tavola sono freschissimi e preparati con grande cura: verdure dell’orto, pesce fresco pescato tutti i giorni, pane e torte fatte rigorosamente in casa quotidianamente, succhi preparati con la frutta appena colta degli alberi del parco tropicale dove la guest house è immersa, filetti di zebu (piatto tipico), gamberi pescati in mare di fronte al lodge ecc. Un viaggio nei sapori ma anche una sana alimentazione per stare bene;
5. da entrambi i lodge si possono poi fare tutte le escursioni, ma non nelle isole affollate di turisti provenienti dai villaggi turistici che vengono scaricati a ondate, bensì le piccole isole deserte, dove troverete ambienti incontaminati;
6. I bungalow di entrambi sono in stile africano, finemente arredati.

Durante il soggiorno potrai visitare i villaggi dell’isola di Komba, fare un corso sulla cucina locale e africana, giocare con i lemuri che risiedono nella foresta attorno alla guest house e che più volte al giorno verranno spontaneamente a cercarti per mangiare banane dalle tue mani (senza fare inutili e costose trasferte nei parchi per i turisti).