Perfetto stile africano

UN VIAGGIO NEL CUORE DELL'AFRICA

“Qui si va oltre l’ecoturismo e il turismo ecosostenibile: entri nel cuore delle popolazioni locali, entri a far parte della storia di questa gente, diventi anche tu parte dell’Africa”

Naik e Patrick Cocault sono i proprietari del Cocault Komba. Non più giovanissimi, hanno scelto di lasciare la Francia, i figli (ormai grandi) e la loro bellissima Bretagna, e 6 anni fa si sono trasferiti a Nosy Komba, dove hanno costruito un lodge spettacolare: quattro cottage in legno in perfetto stile africano, curatissimi, in stile minimalista, con un letto al centro sovrastato dall’immancabile zanzariera, e un bagno enorme, alle spalle fatto di legno e pietra vulcanica. Un ambiente sapientemente arricchito con opere scultoree in legno di palissandro ed ebano, tende ricamate dalle donne dell’isola, dipinti di giovani pittori del villaggio accanto. Un ambiente costruito con legni pregiati provenienti dalla montagna. Un autentico eco-lodge, come pochi se ne trovano nel mondo. Qui sotto la foto dei bungalow, in fondo alla pagina trovi la fotogallery con le immagini del Lodge (passa sulla foto con il mouse se vuoi informazioni).

Completamente autosufficiente: l’energia elettrica è fornita dal fotovoltaico che sfrutta i potente sole tropicale ed eroga energia in abbondanza (per ragioni di tensione elettrica e preservazione dell’impianto non si possono utilizzare gli asciugacapelli… non che ce ne sia bisogno da queste parti). L’acqua calda è fornita dai pannelli solari. L’acqua corrente arriva direttamente dalla montagna, ricca di sorgenti naturali. Il lodge è stato costruito con manodopera locale. E tutte le persone che lavorano qui sono di Nosy Komba. Pescatori, agricoltori, giardinieri… tutti ragazzi del villaggio. Retribuiti bene e, grazie all’ecoturismo, coperti con assicurazioni previdenziali e sanitarie.

“Una vacanza-intelligente, perché con questo viaggio finanziamo l’acquisto di farmaci per la popolazione di Nosy Komba. Qui un semplice antibiotico può salvare una vita”

Perché abbiamo scelto di promuovere il Cocault Komba? Perché è bellissimo, un’autentico gioiello per l’ecoturismo in questa terra d’Africa, posizionato in un punto strategico dell’arcipelago, perché i proprietari sono particolarmente attenti alla pulizia e all’ordine, perché la cucina è di ottimo livello, ma anche perché il Lodge si è reso disponibile ad aiutare e sostenere insieme all’associazione il dispensario medico del villaggio di Amjabé (il villaggio che sorge accanto al Lodge): il dispensario è l’unico presidio sanitario su questo versante di Nosy Komba, una piccola realtà che garantisce prestazioni sanitarie minime ma essenziali alle popolazioni locali. Fornisce antibiotici e medicinali di base, che a queste latitudini possono salvare una vita. Questo è l’impegno dell’associazione “oceania.international”, questo è l’impegno che ha assunto il Lodge e che potrà essere portato avanti anche con il tuo aiuto, se deciderai di trascorrere una vacanza qui, perché una quota della tariffa del soggiorno viene devoluta al dispensario medico per l’acquisto dei farmaci. L’impegno di Patrick e Naik Cocault va anche oltre: con le barche veloci del Lodge assicurano (gratuitamente) i trasferimenti d’emergenza, anche nelle ore notturne, fino all’ospedale di Nosy Be.

“Questa è una terra piena di energia e di forze promordiali, forgiata dalla potenza del fuoco e dei vulcani”

Insomma, è un modello di vacanza-intelligente, perché con la tua vacanza farai concretamente del bene alla gente di Nosy Komba. E loro lo sanno, ecco perché quando entri nei loro villaggi vieni accolto un sentimento che va oltre la gentilezza e l’ospitalità. Una vicinanza spirituale che di cui abbiamo perso traccia nella vita moderna. Provare per credere. Del resto questa è una terra di forti emozioni, di grande energia: una terra vulcanica, forgiata milioni di anni fa dalla potenza della natura: sulla costa ci sono le colate laviche di un tempo lontanissimo, levigate dall’oceano nel corso dei millenni: roccia nera eruttata dal cuore infuocato della terra, ormai granitica nel suo ricordarci le nostre origini biologiche. Origini di cui c’è ancora un’eco in qualche minuscolo angolo della nostra anima, e che si risvegliano con vigore quando entriamo a contatto con questa natura e con queste popolazioni.

Quando sarai sul posto, ti suggeriamo di fare una visita al dispensario, dove ti accoglieranno gli operatori sanitari e ti sarà richiesto di firmare il libro d’oro dei sostenitori, ovvero di coloro che hanno fatto e fanno qualcosa di concreto per questo popolo. Una piccola goccia nel grande oceano africano. Qui si va oltre l’ecoturismo e il turismo ecosostenibile: qui entri nel cuore della gente, entri a far parte della storia di questo popolo, seppur con un piccolo gesto, e diventi anche tu parte dell’Africa.