Le Piccole Antille racchiudono l’arcipelago di St. Vincent e Grenadine. E’ una delle aree più belle dei Caraibi. Luoghi dove la natura non ha ancora ceduto i passo all’urbanizzazione e a decenni di turismo pressante.  caypalominitos1

BEQUIA – KEEGAN’S BEACH

C’è un angolo particolarmente affascinante dei Caraibi, all’interno dell’arcipelago di St. Vincent e delle Grenadine (Piccole Antille) chiamato Bequia (pronuncia Bekway). Isola piuttosto popolosa, ma che ha saputo sposare i ritmi caraibici con un mondo in rapida evoluzione, la modernità con con l’ambiente: spiagge candide, lunghi palmeti, fondali spettacolari, insomma la poesia dei Caraibi. Un luogo ben conosciuto dai velisti, che approdano qui dopo ore di navigazione trasporti dal soffio costante degli Alisei. Un luogo che si apre anche al turismo continentale. Raggiungere Bequia è piuttosto semplice: dopo il volo intercontinentale su Barbados, sono disponibili varie connessioni operate dalle compagnia aerea SVG Air www.flysvgair.com, in alternativa si può raggiungere St Vincent e prendere un volo Liat www.liatairline.com o raggiungere l’isola via mare con The Admiral Ferry o The Bequia Express Ferry. Gli orari dei Ferry sono disponibili su www.admiraltytransport.com, www.bequiaexpress.com. Per maggior info su St. Vincent e le Grenadine www.insandoutsofsvg.com, www.discoversvg.com, www.tourism.gov.vc.

keeg6

A Bequia suggeriamo il Keegan’s beach che propone una cottage per due persone a partire da 80 dollari a notte incluse tutte le tasse di soggiorno.

keeg1E’ molto interessante anche la formula hotel: 50 dollari a persona al giorno con pernottamento nelle stanze tipicamente caraibiche inclusa colazione e cena: il ristorante propone una deliziosa cucina caraibica, barbecue, e dunque cene in terrazza sul mare. I comfort ci sono praticamente tutti. Il Keegan propone alcune attività decisamente affascinanti: il Castaway PicNic, cioè una giornata su un’isola deserta a 20 minuti di barca veloce, con pranzo servito sulla spiaggia a 50 dollari a persona (organizzata per gruppi di 5 persone), crociere giornaliere in barca a vela, diving, hiking, fishing e perfino partite a cricket, secondo la tradizione britannica.

MAYREAU – DENNIS HIDEAWAY

Mayreau è una piccola isola dell’arcipelago di St Vincent,  che ricopre una superficie di circa un miglio quadrato. Ha un piccolo villaggio con circa 280 abitanti. Il resto è mare e natura. Il Dennis è una guest house a 3 minuti a piedi dalla spiaggia e dalla baia.  In tutto ci sono 4 ristoranti sull’isola, di cui uno è il Dennis. Seafood restaurant, ovviamente, circondati da una trentina di casette, una scuola primaria e una chiesa cattolica. Il resto – come dicevamo -è mare e natura. Il villaggio è di pescatori, che solo da qualche anno ha cominciato a sentire i benefici del turismo. Qui non c’è polizia, non ci sono avvocati, non ci sono dottori, non c’è criminalità. Solo mare e natura. Mayreau offre una splendida vista sull’arcipelago delle Grenadine e su Tobago Cays. Spiagge bianche e reef completano l’opera.  Per raggiungere l’isola vi sono alcune differenti opzioni: da Martinica, Grenada e Barbados voli Liat www.liatairline.com da Santa Lucia, voli SVG www.flysvgair.com oppure ferry da St. Vincent, con la Barracuda, o la Gem Star, o la Jaden Sun.

swimming_pool

Il Dennis offre camere con aria condizionata (in totale 5 camere) con bagno e balcone da cui si gode uno spettacolare panorama sul mare e sul tramonto, la sera. Nelle camere ci sono frigo, ventilatore, salviette e tutto l’occorrente per il soggiorno. C’è anche l’internet café con wifi.

balcony_viewFra le escursioni, Dennis organizza sport fishing, escursioni in mare, giro dell’isola, snorkelling, bbq in spiaggia con pesce appena pescato, drink in spiaggia durante il tramonto, per chi desidera un momento romantico in assoluta solitudine o con le persone che ama. Tariffe a partire da 85 dollari al giorno per la camera doppia, più 10% di tasse (il prezzo non include però la colazione).