Vacanze da nudisti

Vacanze da nudisti? E’ una delle tendenze dell’estate 2016. Ma  nudismo è anche naturismo? I due termini non sono sinonimi. Il naturismo, infatti, è un movimento nato negli anni Venti in Germania, che promuove un contatto diretto dell’essere umano con la natura. Pilastri di questa filosofia sono il rispetto delle persone, degli animali e dell’ambiente, attraverso uno stile di vita che vede la nudità come logica conseguenza del proprio modo di essere interiore. Il naturista è colui che ha una vita sana, si alimenta con cibi naturali, pratica attività sportiva all’aria aperta e sceglie, soprattutto al mare, di stare nudo. Non va confuso con il semplice nudismo, cioè con la pratica della nudità. Il nudismo viene praticato prevalentemente in zone balneari, ma senza quelle particolari convinzioni di rispetto della natura o di una vita sana che invece contraddistinguono il naturismo. Quindi, se il naturista è anche nudista, il nudista non sempre è anche naturista.

Nudismo non è trasgressione

Ma vi è un concetto comune alla base sia del naturismo che del nudismo: considerare la nudità una condizione non indecente, né immorale, né offensiva per sé stessi e per gli altri, ed essere consapevoli del benessere che proviene dalla nudità. Attenzione: gli atti trasgressivi, l’esibizionismo, il disordine sessuale sono attività totalmente estranee sia al nudismo che al naturismo. La nudità diventa quindi un’espressione culturale, di corporeità e di vita. I sociologi individuano 4 elementi centrali della filosofia naturista: la riscoperta del valore del corpo in relazione al benessere psichico; una visione equilibrata della relazione tra corpo e sessualità; l’utilità psicofisica di una pratica sportiva o comunque di un regolare esercizio fisico; la riscoperta della “medicina naturale” e delle “medicine complementari” o alternative che, affiancandosi alla medicina ufficiale, hanno l’obiettivo di conservare l’individuo in buona salute abbracciando il benessere di tutto il corpo e della sfera psichica. I numeri? Assai significativi: nel 2010 si contavano circa 22 milioni di naturisti in tutta Europa, il doppio negli Stati Uniti. Ma negli ultimi anni la moda è cresciuta e con esse le stime di chi abbraccia uno stile di vita alternativo. In Italia, negli anni, si sono moltiplicati gli spazi e le spiagge dedicate al naturismo e al nudismo. Niente sesso libero, per chiarire, ma un luogo sereno dove, sotto il caldo sole estivo, recuperare benessere di corpo e anima.